Home PageChi SiamoDocumentiContattaciLinkLink

Le caratteristiche comuni ai diversi servizi di educativa territoriale


  • Seguire i ragazzi nei loro territorio (contesti di vita, famiglia, quartiere, relazioni amicali);e nelle loro attività (scuola, formazione, attività ricreative, lavoro).

  • Evitare per quanto possibile l’allontanamento dalle loro famiglie con il ricorso a struttura d’accoglienza e, per i ragazzi penali, il ricorso alla detenzione.

  • Porsi in funzione di mediatori sociali tra le istituzioni, i servizi e i ragazzi e i loro contesti di appartenenza.

  • Considerare elemento base nella costruzione del rapporto con il minore la relazione educativa che si caratterizza, per:

    • Affiancamento e prossimità

    • “Sospensione” del giudizio (nel senso di approccio privo di pre-giudizi)

    • Flessibilità di tempi e spazi, fisici e relazionali

    • Continuità

    • Coerenza

    • Congruenza



  • Il ruolo dell’educatore come:

    • supporto allo sviluppo delle risorse e potenzialità del ragazzo;

    • attivatore di risorse per il ragazzo/a e il contesto;

    • mediatore dei conflitti familiari e sociali del minore.



  • Utilizzo costante della “coppia educativa”(uomo/donna), nella quale i ragazzi trovano figure adulte di riferimento che da un lato richiamano la coppia genitoriale e dall’altro, considerando il minore nella sua globalità e non solo rispetto ad uno specifico disagio, restituiscono attenzione e integrità al processo di crescita del ragazzo.

  • Estrema flessibilità nei tempi d’intervento con, da un lato, la copertura di dell’intero arco della giornata e, dall’altro, una peculiare organizzazione del tempo lavoro degli educatori (“ore di disponibilità”) che permette loro (non vincolati a rigide tabelle orarie) di poter meglio rispondere/adeguarsi alle richieste dell’utenza.

  • Il lavoro di rete previsto in sede progettuale e reso operativo tramite Protocolli d’Intesa e Accordi Operativi che si sostanzia in una struttura organizzativa basata sui due livelli di:

    • Gruppo Interistituzionale per il coordinamento, monitoraggio e verifica del servizio;

    • Équipe integrata per il singolo progetto di intervento, il cui lavoro si snoda lungo tutte le fasi del progetto educativo: dalla presa in carico alla chiusura.


~
INDIETRO